Bandi e concorsi

Responsabile del coordinamento delle attività di palcoscenico

Percorso formativo per Responsabile del coordinamento delle attività di palcoscenico promosso da IAL Puglia in partenariato con l’Accademia di Belle Arti di Bari

Il progetto “CHI E’ DI SCENA” è un percorso formativo che mira a creare la figura professionale di “Responsabile del coordinamento delle attività di palcoscenico”; Il percorso, promosso da IAL Puglia srl Impresa Sociale in partenariato con l’Accademia di Belle Arti di Bari, intende favorire lo sviluppo dell’autoimprenditorialità giovanile e l’inserimento occupazionale, in particolare è rivolto a n. 15 giovani professionisti e artisti, nel settore della cultura e dello spettacolo iscritti al Centro per l’impiego e residenti nella Provincia di Bari.

Il settore della cultura, dell’arte e dello spettacolo rappresenta un settore di domanda crescente, con forti implicazioni nella qualità della vita dei cittadini e con un impatto economico sempre maggiore in termini di guadagni e occupazione. In Puglia e nella provincia di Bari si registra una particolare attenzione e un progressivo incremento delle attività culturali in particolare quelle collegate allo spettacolo che hanno favorito il potenziamento di un indotto economico ed occupazionale di rilievo.

L’azione formativa, cofinanziata dalla Provincia di Bari, Formazione professionale nell’ambito dell’Avviso BA/02/2014 – Azione 3 della durata complessiva di 310 ore è suddivisa in: 210 ore di formazione (180 ore teoria e 30 ore pratica), 10 ore di visite guidate, 90 ore di stage presso il Nuovo Teatro Abeliano di Bari.

Scadenza invio domande il 26 Gennaio 2015.

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER NUOVA INCLUSIONE O AGGIORNAMENTO DEL PUNTEGGIO AI FINI DELLA STIPULA DI CONTRATTI DI DOCENZA ESTERNA PER L’ANNO ACCADEMICO 2014/2015

Attachments:
Download this file (BANDO_SELEZIONE_PUBBLICA_2014_15.pdf)BANDO_SELEZIONE_PUBBLICA_2014_15.pdf[ ]389 kB

BANDO DI PARTECIPAZIONE AL WORKSHOP DI CHIARA FUMAI:  “ROVESCIA TUTTO”

Nell'ambito del progetto “EDUCATIONAL MANAGEMENT PER L’ARTE CONTEMPORANEA", curato dai proff. Antonella Marino e Maria Vinella, il 17 e 18 dicembre 2014 si terrà il Workshop con l'artista barese di riconosciuto spessore internazionale Chiara Fumai
Il laboratorio, della durata di 16 ore, prevede una fase teorica e una laboratoriale sul tema 'ROVESCIA TUTTO' e sarà finalizzato a “mettere alla prova la Vera Volontà” degli studenti. Ogni partecipante al workshop incontrerà l’artista faccia a faccia per discutere lo stato della sua ricerca, la direzione che vuole intraprendere, le ispirazioni che possono nutrire la ricerca, i blocchi culturali che solitamente impediscono il libero sviluppo di un'opera d'arte.
I partecipanti dovranno prepararsi al colloquio portando del materiale cartaceo o digitale relativo ai progetti recenti, alle ricerche in corso, anche se sono confuse o in via di definizione.

Il programma si articola in due giornate: mercoledì 17 dicembre ci sarà l'incontro con gli studenti in Accademia nella mattinata e un momento di apertura al pubblico nel pomeriggio, al Palazzo delle Poste di Bari, grazie alla collaborazione con il Centro Interdipartimentale Studi di genere dell’Università di Bari. Il secondo giorno, giovedì 18 dicembre, il workshop sarà destinato invece solo agli studenti selezionati e si dovrebbe tenere nell'aula di Storia dell'Arte.

Il bando di partecipazione è rivolto a studenti iscritti sia al Triennio che al Biennio in corso. Gli interessati dovranno fare domanda in Segreteria entro il 10 dicembre, allegando i propri dati anagrafici, il corso e l'anno frequentato. La selezione sarà operata dalle curatrici, per un numero massimo di 15 partecipanti. A ciascuno studente frequentante sarà riconosciuto un credito.

---------

La ricerca di Chiara Fumai (Bari, 1978) attraversa con assoluta libertà la lunga tradizione del femminismo radicale e del medianismo, analizzando il rapporto tra presa di parola, potere e rivolta.

L'artista ha partecipato a DOCUMENTA(13) ed esposto in importanti musei e fondazioni internazionali, tra cui Bozar (Brussels), Fondazione Querini Stampalia (Venezia), White Chapel (Londra), Maison Rouge (Parigi), MUSAC Museo de Arte Contemporáneo de Castilla y León (León), SongEun Art Space (Seoul), Centro D'Arte Dos De Mayo (Madrid), De Appel (Amsterdam). Nel 2013 ha vinto il IX Premio Furla e dal 2014 insegna performance - lecture presso il Dutch Art Institute di Arnhem. Vive e lavora tra Milano e Brussels dove è attualmente residente presso il Wiels Art Center.

Vedi allegato

Attachments:
Download this file (Artvision_Riapertura.pdf)Artvision_Riapertura.pdf[ ]339 kB

Scarica il verbale

Attachments:
Download this file (Verbale ArtVision.pdf)Verbale ArtVision.pdf[ ]280 kB