Mostre e eventi

 

BATTI STRADA

Un progetto di arte partecipata ideato da Vanessa Ciaula nel corso di Tecniche dell’incisione-Grafica a cura della prof.ssa Grazia Tagliente.

 

Il progetto, intitolato "Batti Strada", impiega l'antica tecnica del woodblock o block printing (stampa a blocchi o xilografia), utilizzando matrici create attraverso il riciclo di pneumatici trovati per strada, incollati su supporti di legno. L'iniziativa, completamente atossica, si propone di utilizzare queste matrici inchiostrate per realizzare stampe manuali sulla via di Santa Chiara a Mola di Bari, nei pressi dell'Accademia, coinvolgendo sia gli abitanti locali che i turisti. Il progetto mira a creare un'interazione dinamica tra arte, ambiente, paesaggio e comunità, promuovendo una consapevolezza ecologica attraverso l'arte. 

La performance di arte partecipata si svolgerà nella giornata del 21 giugno 2024, dalle ore 14:00 alle ore 17:00, con il patrocinio del Comune di Mola di Bari e la gentile offerta del rinfresco da parte della Boutique della Frutta di Mola di Bari.

Si ringrazia il Direttore dell'Accademia di Belle Arti di Bari, prof. Giancarlo Chielli, l’Amministrazione comunale nella persona del Vice Sindaco, Assessore alla Cultura dott. Angelo Rotolo e il Comandante dei Vigili Urbani dott. Nicola Leone.

 

Per ulteriori informazioni

prof.ssa Grazia Tagliente

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Si allega quanto in oggetto.

Attachments:
Download this file (foodandfuture.pdf)foodandfuture.pdf[ ]79 kB

Giornata Mondiale degli Oceani 2024. Al Ciheam Bari un convegno per celebrare la bellezza e l’importanza degli oceani e la quarta edizione del premio ArpAmare sulle arti visive: saranno premiati artisti iscritti o diplomati alle Accademie di Belle Arti della Puglia

In occasione della Giornata Mondiale degli Oceani 2024, l'Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione dell'Ambiente (Arpa Puglia) e la sede italiana del Centro Internazionale di Alti Studi Agronomici Mediterranei (Ciheam Bari) organizzano la quarta edizione della manifestazione che si terrà il 27 giugno 2024, nel Campus Cosimo Lacirignola del Ciheam di Bari (Via Ceglie 9, Valenzano). L’obiettivo è quello di porre l'attenzione sul ruolo vitale e imprescindibile degli Oceani e dei Mari per la sopravvivenza del Pianeta. L’iniziativa si propone di celebrare la Giornata Mondiale degli Oceani allo scopo di consolidare un movimento globale che riaccenda l'impegno collettivo, soprattutto delle nuove generazioni, e favorisca la cooperazione a tutti i livelli per la protezione e la conservazione degli oceani.

Si terrà, nel corso della manifestazione, la premiazione del concorso per arti visive “ArpAmare”, giunto alla quarta edizione, organizzato dall'Arpa Puglia e rivolto agli artisti che si siano iscritti o abbiano conseguito il diploma di primo o secondo livello presso le Accademie di Belle Arti pugliesi (Bari, Foggia, Lecce) a partire dal 2022. I vincitori di questa competizione, selezionati da apposita giuria, riceveranno un premio in denaro: 1500 euro per il primo classificato, 1000 euro per il secondo e 500 euro per il terzo. Inoltre, saranno premiate due opere con menzione speciale, che riceveranno un riconoscimento di € 250 cadauna. L’invio della candidatura delle proprie opere da parte degli Autori dovrà essere effettuato via pec all’indirizzo 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

, entro il 18 giugno 2024. L’opera dovrà essere recapitata presso la sede della Direzione Generale di Arpa Puglia in Corso Trieste, 27 - 70126 Bari, a cura dell’artista. La consegna potrà essere effettuata a mezzo posta (farà fede il timbro postale) o, qualora la consegna sia fatta brevi manu, si dovrà concordare giorno e ora di consegna utilizzando i seguenti recapiti: 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 – 0805460155

Dopo i saluti di Maurizio Raeli, direttore del Ciheam Bari, e di Vito Bruno, direttore generale Arpa Puglia, si svolgerà un incontro focalizzato sulle bellezze dell’ecosistema marino e sugli oceani. Il convegno sottolineerà l’importanza di approfondire la conoscenza degli oceani, comprenderne le dinamiche e i delicati equilibri che li caratterizzano, per promuovere una convivenza armoniosa tra questi preziosi ecosistemi.

Sono previsti gli interventi di Francesco Sena, esperto di apnea e avventure marine, di Francesca Santori, senior program officer “Ocean Literacy”(Educazione all’Oceano) presso la Commissione oceanografica intergovernativa dell'Unesco, di Carmelo Fanizza, biologo marino, fondatore e presidente della Jonian Dolphin Conservation e di Maurizio Giani, direttore marketing e sviluppo iniziative Herambiente, ideatore del progetto Scart (marchio registrato con cui vengono realizzate opere e installazioni esclusive fatte al 100% di rifiuti).

A moderare l’incontro saranno Enrica Simonetti ed Antonio Stornaiolo.

Subito dopo si terrà Senza Confini, una rappresentazione teatrale elaborata dal giornalista e scrittore Onofrio Pagone, interpretata dall’attore Augusto Masiello, accompagnata dalle note del pianista e compositore Mirko Signorile.

Alle 18.30 avrà luogo la premiazione della quarta edizione del premio ArpAmare.

 

L'Accademia di Belle Arti di Bari è stata selezionata per esporre al Festival di Fotografia Italiana. Questo prestigioso risultato è stato reso possibile grazie all'eccellente lavoro degli studenti e delle studentesse del corso di Fotografia, sotto la curatela della professoressa Michela Fabbrocino.

L'inaugurazione sarà il 14 giugno presso il CIFA - Centro Italiano della Fotografia d'Autore. 
Il Festival della Fotografia Italiana nasce nel 2024 su iniziativa della Federazione Italiana Associazioni Fotografiche (FIAF). Si presenta come un evento straordinario e culturalmente ricco, che si svolge nel suggestivo comprensorio toscano del Casentino, abbracciando le località di Bibbiena, Poppi e Pratovecchio-Stia da giugno a settembre (14/06 – 06/10).
 
Il Festival mira a essere un punto di riferimento culturale e artistico per gli autori e la fotografia italiana, sia a livello nazionale che internazionale. Il tema di questa edizione è "Dalla Terra alla Luna. Esplorazioni sulla Fotografia Italiana", ispirato al romanzo di fantascienza di Jules Verne. Su questa tematica, gli studenti e le studentesse si sono documentati e ispirati, elaborando progetti autoriali dal forte impatto visivo e concettuale, ciascuno dal proprio punto di vista.
 
Saranno presenti le opere di Francesca Carucci, Antonino Coppola, Alessia De Crescenzo, Marika De Frenza, Claudia Fanelli, Francesca Giusto, Raffaello Pio Iacovazzi, Roberta Lonigro, Giorgia Montanaro, Cinzia Pistillo, Giuseppe Ermes Signorile, Maria Pia Vitale, Noemi Vizza.
 
 

In allegato il programma del Festival

Attachments:
Download this file (27-05.jpeg)27-05.jpeg[ ]73 kB
Download this file (28-05.jpeg)28-05.jpeg[ ]69 kB
Download this file (29-05.jpeg)29-05.jpeg[ ]80 kB
Download this file (festival.jpeg)festival.jpeg[ ]97 kB
Download this file (festival1.jpeg)festival1.jpeg[ ]1945 kB
Download this file (ginocchia sbucciate.jpeg)ginocchia sbucciate.jpeg[ ]94 kB

 

 

Il giorno venerdì 24 maggio, dalle ore 11:00 alle ore 12:00, si terrà online la presentazione del Premio Driving Energy – Fotografia Contemporanea su piattaforma Teams. 

Sarà possibile accedere utilizzando le seguenti credenziali:

ID riunione 342 475 672 167

Passcode esUY2q

Il Premio Driving Energy – Fotografia Contemporanea è il concorso gratuito e aperto a tutti, dedicato alla comunità dei fotografi professionisti e amatori operanti in Italia. Ha l’obiettivo di valorizzare i giovani talenti e supportare la comunità di artisti nella loro crescita. Dopo il successo delle prime due edizioni, che si sono concluse con la mostra dei lavori finalisti a Palazzo Esposizioni Roma, nel 2024 i fotografi sono invitati a interpretare il tema “La via dell’invisibile”. I fotografi sono invitati a riflettere su ciò che non si vede eppure produce effetti visibili: un modo per celebrare il talento e l’unicità dell’arte, che vede realtà che per molti non esistono, o non esistono ancora.

Curatore del Premio è Marco Delogu, fotografo e Presidente di Azienda Speciale Palaexpo. Fanno parte della Giuria: Lorenza Bravetta, nel ruolo di Presidente, Francesca Barbi Marinetti, critica d’arte, curatrice e imprenditrice culturale; Micol Forti, Curatrice della Collezione d’Arte Moderna e Contemporanea dei Musei Vaticani; Rosa Alba Impronta, collezionista, imprenditrice e fondatrice del progetto Made in Cloister; i fratelli Fabio e Damiano D’Innocenzo, registi e sceneggiatori; David Massey, Direttore Relazioni Esterne e Affari Istituzionali di Terna.

l concorso prevede cinque riconoscimenti: il Premio Senior, del valore di 15 mila euro e aperto ai partecipanti dai 31 anni in su, il Premio Giovane, del valore di 5 mila euro e dedicato ai fotografi fino ai 30 anni, il Premio Amatori, del valore di 5 mila euro, aperto a coloro che non perseguono professionalmente la carriera da fotografi, la Menzione Opera più votata da Terna, del valore di 2 mila euro, aperta a tutte le categorie e assegnata dalle persone di Terna, e la Menzione Accademia, aperta agli studenti iscritti alle realtà di alta formazione artistica nei settori attinenti al Premio. 

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito ufficiale del Premio: https://premiodrivingenergy.terna.it/

 

 

 

Castello Dentice di Frasso
San Vito dei Normanni (BR)

Accademia di Belle Arti di Bari
Dipartimento di Progettazione e Arti Applicate
Scuola di Scenografia

"IL SENSO DELLA SCENA"
Mostra di Scenografia e Costume per lo Spettacolo

A cura dei docenti:
Porziana Catalano · Tommaso Lagattolla
Michele Maielli · Angela Varvara

Scenografie
Rita Albergo · Marianna Berardi · Walter Celi
Lucrezia delle Foglie · Ilaria Dilorenzo
Melissa Martina · Domenica Montecristo

Costumi
Francesco Ceo · Elisabetta De Bartolo
Aurora Di Benedetto · Margherita Leone
Chiara Macrì · Annalisa Pistillo · Lucia Sette
Michele Tataranni · Antonella Voicu · Sabrina Whyte

Allestimento
Angelica Beato · Donato Didonna

Su gentile invito dei Principi Fabrizia e Giuliano Dentice di Frasso la Scuola di Scenografia dell'Accademia di Belle Arti di Bari - Dipartimento di Progettazione ed Arti Applicate presenta la mostra di Scenografia e Costume per lo Spettacolo "IL SENSO DELLA SCENA" presso il Castello Dentice di Frasso in San Vito dei Normanni (BR).

La mostra presenta due sezioni, nella prima sono esposti, all'interno del Castello, alcuni abiti che il visitatore incontrerà durante il percorso di visita.

Questo piccolo nucleo di costumi è il risultato di diversi laboratori sul costume storico realizzati dagli studenti della Scuola di Scenografia nel Corso di Tecniche Sartoriali per lo Spettacolo. Si è pensato di esporre dei costumi coerenti con il luogo che accoglie l’esposizione, immaginando le figure femminili che si sono avvicendate nel tempo. Gli abiti spaziano tra il primo decennio del XIX secolo al secondo decennio del secolo breve e ci danno la possibilità di osservare l’evoluzione sartoriale e decorativa di oltre un secolo di moda femminile.

La seconda sezione è allestita nel parco del castello. Essa propone al visitatore alcuni progetti di allestimenti scenografici, presentati in forma di modello in scala metrica, realizzati per opere teatrali di prosa, lirica e un set cinematografico.

Le maquette sono state realizzate da progetti scenografici esecutivi sviluppati dagli studenti della scuola di Scenografia dell'Accademia di Belle Arti di Bari in relazione ai diversi temi proposti.

In ambito professionale la realizzazione del modello in scala, strettamente aderente al progetto tecnico ed estetico di un'ambientazione scenografica, rappresenta una fase importante della realizzazione del progetto stesso. Essa funge da elemento di verifica della funzionalità del progetto, prima che questo venga realizzato, da elemento chiarificatore per coloro che concretamente, nel laboratorio scenografico, realizzeranno la costruzione dei pezzi di scena e per il successivo allestimento sul palco o sul set. La produzione e la regia potranno visualizzare in maniera chiara e veloce il progetto e valutarne la funzionalità secondo il proprio punto di vista. In sostanza è parte integrante del progetto dell'impianto scenico e di fondamentale importanza per lo sviluppo dello stesso. Ogni "plastico" è frutto, quindi, della riproduzione in scala di un progetto complesso, preciso e declinato attraverso disegni tecnici esecutivi e bozzetti scenici.

Inaugurazione mostra
Castello Dentice di Frasso
San Vito dei Normanni (BR)

Domenica 26 maggio 2024
10:00 › 13:00 · 16:30 › 19:30
Ingresso libero

Da lunedì 27 maggio a domenica 2 giugno 2024
Orari di apertura
10:00 › 13:00 · 16:30 › 19:30
(domenica 2 giugno 10:00 › 13:00)

Mostra visitabile su prenotazione
+39 339 200 37 58