Corsi ad esaurimento

2 anni
120 CFA

Bienni sperimentali posti a termine come da D.M. n.14 del 09.01.2018

Regolamento

 

Art. 1
L’Accademia di Belle Arti di Bari offre ai propri studenti frequentanti i corsi di studio (laurea triennale, specialistica e Master ai sensi della legge n. 5098/1999 e successiva legge 24 dicembre 2012, n. 228) l’opportunità di svolgere “tirocini formativi curriculari” presso le discipline di scuola e/o dipartimenti proponenti i progetti formativi.

Art. 2
I  tirocini formativi curriculari  sono intesi quali esperienze formative la cui finalità non è direttamente quella di favorire l’inserimento lavorativo, bensì quella di affinare il processo di apprendimento e di formazione dello studente.

Art. 3
Lo svolgimento dell'attività di tirocinio formativo curriculare non dà luogo ad alcun rapporto di lavoro comunque inteso.

Art. 4
Il tirocinio formativo curriculare avrà la durata fino ad un massimo di dodici mesi e non inferiore a otto (a tale fine fa fede quanto previsto dal singolo progetto) con decorrenza dal mese di novembre di ogni anno accademico, prevede un impegno di 10 ore settimanali flessibili per 12 mesi per un totale di 250 ore. Durante lo svolgimento del tirocinio l'attività di formazione sarà seguita e verificata dal docente di corso che accoglie il tirocinante (Tutor) o da un docente designato dal dipartimento che accoglie il Tirocinante.

Art. 5
L'Accademia può offrire la seguente attività di:
Tirocinio con borsa di studio: contributo annuale pari all'importo stabilito per le borse di studio, in base alle risorse finanziarie disponibilità e deliberate dagli organi competenti dell'Accademia.

Art. 6
Orario
L’orario è pari a 10 ore settimanali flessibili e, previo accordo con il Tutor, non è obbligatoria la presenza per tutti e 5 i giorni della settimana
Presenza in struttura
Previo accordo con il docente Tutor si possono stabilire turni o periodi di stacco in caso di impegni (es. preparazione esami). Rimane fermo l’obbligo del rispetto del monte ore anzidetto.
Sicurezza
Per motivi di sicurezza il tirocinante deve portare con sé il tesserino (ben in vista) che attesti l'attività di  Tirocinio, l'anno accademico, il nome del docente Tutor,  il timbro e firma del Direttore per svolgere l'attività. 

Art. 7
Diritti del Tirocinante
Il Tirocinante:

  • ha il diritto di essere istruito per lo svolgimento delle attività/obiettivi previsti dal progetto;
  • ha il diritto di essere formato per le attività/obiettivi stabiliti nel progetto;
  • ha il diritto di essere affiancato da un Tutor docente che lo accompagni con continuità nel percorso di crescita formativo/professionale;
  • ha diritto al rilascio dell’attestato comprovante le conoscenze/professionalità acquisite, qualora lo stesso abbia maturato almeno 6 mesi di esperienza, e previa valutazione del Tutor;
  • ha il diritto di percepire un contributo mensile a titolo di rimborso spese previsto dal  progetto e da delibera del Consiglio Accademico, verificate le disponibilità finanziarie, secondo le modalità indicate dal progetto e/o da bando predisposto entro e non oltre il 30 novembre di ogni anno Accademico.


Art. 8
ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BARI
L'Attività di tirocinio può anche essere motivo di pubblicazione e/o documentazione utile all’elaborazione della tesi di laurea.

Art. 9
Doveri del Tirocinante
Il Tirocinante:

  • ha il dovere di rispettare le istruzioni impartite dal Tutor docente;
  • ha il dovere di rispettare l’orario concordato con il Tutor docente;
  • ha il dovere di non assentarsi dalla struttura che lo ospita senza l’autorizzazione del Tutor docente;
  • ha il dovere di comunicare al Tutor della struttura ospitante eventuali assenze per malattia;
  • ha il dovere di mantenere una condotta conforme ai principi di correttezza nei rapporti con l’utenza e con il personale dell’Istituzione.


Art. 10
Doveri  dell'Istituzione nei confronti del Tirocinante
La struttura

  • ha il dovere di formare il Tirocinante in base alle attività previste dal progetto;
  • ha il dovere di far rispettare al Tirocinante l’orario di lavoro stabilito; in merito a questo i dipartimenti adotteranno un registro interno delle presenze.


Art. 11
Il docente Tutor:

  • ha il dovere di affiancare con continuità il Tirocinante al fine di istruirlo/formarlo per le attività/obiettivi previsti dal progetto;
  • ha il dovere di rilasciare al Tirocinante, al termine dei 12 e/o 8 mesi, l’attestato di svolgimento del Tirocinio Formativo Curriculare, utilizzabile ai fini di legge.

 


L'indirizzo email a cui inviare le domande e le certificazioni è Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Regolamento Cultore della Materia


Art. 1

Il cultore della materia collabora con il personale docente afferente alle sole materie in organico dell'Accademia di Belle Arti di Bari per lo svolgimento di attività seminariali, di ricerca e produzione, legate a progetti approvati dal Consiglio Accademico, nonché per lo svolgimento degli esami di profitto e di diploma secondo le disposizioni di legge. Il Cultore della materia non può tenere lezioni frontali, può invece svolgere attività inerenti il progetto se autorizzato dal docente proponente. Non è consentito ai cultori l'espletamento di funzioni diverse da quelle espressamente attribuite ai sensi della normativa vigente e del presente Regolamento. Ogni diversa disposizione provvidenziale o negoziale è pertanto da ritenersi nulla e improduttiva di qualunque effetto giuridico.

L'attività di Cultore della materia deve essere svolta sempre in presenza del docente titolare della disciplina quando prevista all'interno dei locali dell'Accademia, può essere svolta autonomamente quando il lavoro di ricerca presuma lo svolgimento dell'attività stessa all'esterno dell'Accademia (biblioteche, musei, luoghi d'interesse legati al progetto).

 

Art. 2

Le funzioni di Cultore della materia sono svolte su base volontaria. Esse tendono a soddisfare interessi culturali ed artistici dei cultori in quanto favoriscono l'aggiornamento professionale, il confronto delle idee e lo sviluppo di progetti di ricerca e produzione.

Lo svolgimento delle funzioni, secondo quanto disposto dalle norme di legge è totalmente gratuito, non dà diritto ad alcun compenso, sotto nessuna forma e ad alcun titolo.

Per l'assolvimento delle proprie funzioni il Cultore della materia è tenuto a garantire una presenza corrispondente ad almeno il 50% delle ore di lezione frontale del docente titolare della disciplina in organico cui afferisce il progetto di ricerca.

Non può essere conferita la nomina di Cultore della materia ad allievi iscritti all'Accademia di Belle Arti di Bari. Il verificarsi di tale situazione comporta l'immediata decadenza della eventuale nomina già conferita quale Cultore della materia.

 

Art. 3

La proposta di conferimento della qualifica di Cultore della materia deve essere presentata al Consiglio Accademico, entro il 30 novembre di ciascun anno accademico, dal docente titolare di un corso di insegnamento con il consenso dell'interessato.

La proposta, motivata e sottoscritta, dovrà fare riferimento a un corso d'insegnamento in organico presso l'Accademia di Belle Arti di Bari e a un settore disciplinare afferente al docente proponente.

La nomina di Cultore della materia, consentita per un solo cultore per docente, avviene con decreto della Direzione, previo parere favorevole del Consiglio Accademico a seguito di analisi e valutazione della proposta di progetto di ricerca presentato.

La richiesta di attribuzione della qualifica, formulata utilizzando il modulo predisposto, deve essere accompagnata da dichiarazione di accettazione del presente Regolamento, da autocertificazione attestante il possesso dei requisiti previsti dal successivo art. 4 e da un curriculum dettagliato che illustri gli studi svolti, le esperienze professionali acquisite funzionali al progetto proposto, i titoli artistici e gli eventuali titoli didattici posseduti.

 

Art. 4

Per il conferimento della nomina a Cultore della materia è richiesto il possesso di uno dei seguenti titoli di studio (Accademia di Belle Arti o Titolo universitario unitamente ad un'adeguata attività artistico-professionale. Diploma di Accademia di Belle Arti vecchio ordinamento, diploma accademico di II livello, Titolo universitario di secondo livello.

Titoli di studio conseguiti presso l’Accademia di Belle Arti, Conservatorio o Università

Titoli artistico professionali coerenti con la materia prescelta (mostre, pubblicazioni, riconoscimenti di

merito in corsi o concorsi pertinenti con la disciplina richiesta).

 

Art. 5

La nomina a Cultore della materia ha validità annuale e può essere prorogata per altre due volte consecutive su richiesta del docente titolare del corso proponente, da presentarsi ogni anno il 30 novembre, accompagnata da dichiarazione di disponibilità dell'interessato. La proroga della nomina sarà concessa con decreto della Direzione, previo parere favorevole del Consiglio Accademico a seguito di analisi e valutazione del progetto di ricerca sviluppato.

Il docente titolare della disciplina, al termine di ciascun anno accademico, è tenuto a produrre dettagliata relazione circa l'attività svolta dal Cultore della materia.

Il Cultore della materia, al termine di ciascun anno accademico, è tenuto a presentare in dettagliata forma scritto-grafica l'esito del progetto realizzato.

La Direzione può, per giustificato motivo, revocare in qualsiasi momento l'attribuzione della qualifica di Cultore della materia.

 

Art. 6

Il Cultore della materia può fare uso della qualifica di "Cultore della materia" soltanto nel periodo di attribuzione da parte dell'Accademia di Belle Arti di Bari e con l'indicazione della disciplina per la quale è stata conferita e del progetto di ricerca previsto dall'attività, in coerenza con quanto certificato dai decreti di nomina e dagli eventuali attestati richiesti in merito alle funzioni svolte.

 

Art. 7

La certificazione attestante lo svolgimento delle funzioni quale "Cultore della materia" può essere rilasciata a richiesta dell'interessato, al termine dell'anno accademico di riferimento qualora sussistano le seguenti condizioni:

Presenza corrispondente ad almeno il 50% delle ore di lezione frontale del docente titolare della disciplina cui afferisce il progetto di ricerca;

Relazione del docente titolare della disciplina circa il positivo assolvimento delle funzioni quale Cultore della materia con particolare riferimento al lavoro di ricerca e produzione ad esso legato.

L’attestato di Cultore della Materia rilasciato dall’Accademia di Belle Arti è spendibile ai fini previsti dalla legge.

 

Art. 8

I Cultori della materia sono iscritti, a cura del Direttore, in apposito elenco che verrà pubblicato nel sito web.

In tale elenco devono essere indicati i seguenti dati:

Generalità del cultore

Docente proponente

Titolo del progetto di ricerca di riferimento

Data del decreto attributivo

Eventuali proroghe annuali richieste

 

Art. 9

Il presente Regolamento entra in vigore a partire dall'anno accademico 2019/2020. L'approvazione da parte del Consiglio accademico lo rende immediatamente operativo.

Eventuali modifiche al presente Regolamento effettuate dal Consiglio Accademico nel corso dell'anno diventano attuative subito e sono applicate a coloro che ricoprono l'incarico di cui all'art. 5 del presente regolamento.

Regolamento


Art. 1
L’Accademia di Belle Arti di Bari offre ai propri studenti frequentanti i corsi di studio (laurea triennale, specialistica e Master ai sensi della legge n. 5098/1999 e successiva legge 24 dicembre 2012, n. 228) l’opportunità di svolgere “tirocini formativi curriculari” presso le discipline di scuola e/o dipartimenti proponenti i progetti formativi.

Art. 2
I tirocini formativi curriculari sono intesi quali esperienze formative la cui finalità non è direttamente quella di favorire l’inserimento lavorativo, bensì quella di affinare il processo di apprendimento e di formazione dello studente.

Art. 3
Lo svolgimento dell'attività di tirocinio formativo curriculare non dà luogo ad alcun rapporto di lavoro comunque inteso.

Art. 4
Il tirocinio formativo curriculare avrà la durata fino ad un massimo di dodici mesi e non inferiore a otto (a tale fine fa fede quanto previsto dal singolo progetto) con decorrenza dal mese di novembre di ogni anno accademico, prevede un impegno di 10 ore settimanali flessibili per 8/12 mesi per un totale di 250 ore. Durante lo svolgimento del tirocinio l'attività di formazione sarà seguita e verificata dal docente di corso che accoglie il tirocinante (Tutor) o da un docente designato dal dipartimento che accoglie il Tirocinante.

Art.5
L'Accademia può offrire la seguente attività di:
Tirocinio a titolo preferenziale: il tirocinio svolto può costituire titolo preferenziale nei concorsi pubblici a contratto banditi presso l'Accademia di Belle Arti di Bari.

Art. 6
Orario
L’orario è pari a 10 ore settimanali flessibili e, previo accordo con il Tutor, non è obbligatoria la presenza per tutti e 5 i giorni della settimana
Presenza in struttura
Previo accordo con il docente Tutor si possono stabilire turni o periodi di stacco in caso di impegni (es. preparazione esami). Rimane fermo l’obbligo del rispetto del monte ore anzidetto.
Sicurezza
Per motivi di sicurezza il tirocinante deve portare con sé il tesserino (ben in vista) che attesti l'attività di Tirocinio, l'anno accademico, il nome del docente Tutor, il timbro e firma del Direttore per svolgere l'attività.

Art. 7
Diritti del Tirocinante
Il Tirocinante:

  • ha il diritto di essere istruito per lo svolgimento delle attività/obiettivi previsti dal progetto
  • ha il diritto di essere formato per le attività/obiettivi stabiliti nel progetto
  • ha il diritto di essere affiancato da un Tutor docente che lo accompagni con continuità nel percorso di crescita formativo/professionale
  • ha diritto al rilascio dell’attestato comprovante le conoscenze/professionalità acquisite, qualora lo stesso abbia maturato almeno 8 mesi di esperienza, e previa valutazione del Tutor.


Art. 8
ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BARI
Il periodo di tirocinio svolto nell'Accademia di Belle Arti di Bari può costituire titolo preferenziale nelle selezioni per pubblici concorsi per discipline a contratto e di attribuzione di punteggio per pubblici concorsi per le discipline ad incarico annuale.
L'Attività di tirocinio può anche essere motivo di pubblicazione e/o documentazione utile all’elaborazione della tesi di laurea.

Art. 9
Doveri del Tirocinante
Il Tirocinante:

  • ha il dovere di rispettare le istruzioni impartite dal Tutor docente;
  • ha il dovere di rispettare l’orario concordato con il Tutor docente;
  • ha il dovere di non assentarsi dalla struttura che lo ospita senza l’autorizzazione del Tutor docente;
  • ha il dovere di comunicare al Tutor della struttura ospitante eventuali assenze per malattia;
  • ha il dovere di mantenere una condotta conforme ai principi di correttezza nei rapporti con l’utenza e con il personale dell’Istituzione.


Art. 10
Doveri dell'Istituzione nei confronti del Tirocinante
La struttura:

  • ha il dovere di formare il Tirocinante in base alle attività previste dal progetto;
  • ha il dovere di far rispettare al Tirocinante l’orario di lavoro stabilito; in merito a questo le Scuole e/o i dipartimenti adotteranno un registro interno delle presenze.


Art. 11
Il docente Tutor:

  • ha il dovere di affiancare con continuità il Tirocinante al fine di istruirlo/formarlo per le attività/obiettivi previsti dal progetto;
  • ha il dovere di rilasciare al Tirocinante, al termine degli 8/12 mesi, l’attestato di svolgimento del Tirocinio Formativo Curriculare, utilizzabile ai fini di legge.

 


L'indirizzo email a cui inviare le domande e le certificazioni è Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Offerta formativa Triennio a.a. 2020/2021

Corsi di Diploma di Primo Livello - Triennio

  

Con il Decreto Direttoriale del 28/10/2019 n. 2062 sono stati approvati i Corsi di Diploma Accademico di Primo livello (DAPL) per l'Accademia di Belle Arti di Bari.


DIPARTIMENTO ARTI VISIVE

DAPL01 - PITTURA 

DAPL02 - SCULTURA 

DAPL03 - DECORAZIONE 

DAPL04 - GRAFICA D'ARTE 

 

DIPARTIMENTO PROGETTAZIONE E ARTI APPLICATE

DAPL05 - SCENOGRAFIA 

DAPL06 - FASHION DESIGN (nuova attivazione)

DAPL08 - NUOVE TECNOLOGIE DELL'ARTE 

DAPL11 - CINEMA, FOTOGRAFIA, AUDIOVISIVO (nuova attivazione)

 

DIPARTIMENTO DI COMUNICAZIONE E DIDATTICA DELL'ARTE

DAPL10 - DIDATTICA DELL'ARTE (nuova attivazione)

 

I corsi di nuova attivazione sono stati accreditati al MUR e sono in attesa di verifica finale.  


 

Offerta formativa Biennio a.a. 2020/2021

Corsi di Diploma di Secondo Livello - Biennio*

Con DD n. 2409 del 21/09/2018 sono stati portati a ordinamento i Corsi di Diploma Accademico di Secondo livello (DASL) per l'Accademia di Belle Arti di Bari.

L'Accademia di Belle Arti di Bari, in conformità con i requisiti del decreto porta a ordinamento i propri Corsi di Secondo livello, che la Legge 228 del 24.12.2012 artt.102-107 rende equipollenti alle Lauree magistrali universitarie, completando l'offerta formativa di tutte le strutture attive nell'istituzione (Dipartimenti e Scuole).


DIPARTIMENTO ARTI VISIVE

DASL01 - PITTURA - NUOVE TENDENZE 

DASL01 - PITTURA - TRADIZIONE ITALIANA 

DASL02 - SCULTURA - SCULTURA E NUOVE TECNOLOGIE 

DASL02 - SCULTURA - SCULTURA, INSTALLAZIONI E AMBIENTE

DASL03 - DECORAZIONE - MODA E DESIGN

DASL03 - DECORAZIONE - DESIGN, ARCHITETTURA E AMBIENTE 

DASL04 - GRAFICA D'ARTE - EDITORIA ARTISTICA  

DASL04 - GRAFICA D'ARTE - PROGETTAZIONE E PRODUZIONE DELLA STAMPA D'ARTE

 

DIPARTIMENTO PROGETTAZIONE E ARTI APPLICATE

DASL05 - SCENOGRAFIA - TEATRO

DASL05 - SCENOGRAFIA - CINEMA E TELEVISIONE

 

I corsi di Secondo Livello sono stati accreditati al MUR e sono in attesa di verifica finale (MUR e ANVUR).   

 

Sottocategorie