Mostre e eventi

Trovarsi nel Bosco

Esposizione di fine corso

Computer Art per il Biennio Specialistico di Pittura e Scultura a.a. 2016/2017

a cura del prof. Antonio Rollo

Cultori della Materia : Cristian Cuna e Veronica Liuzzi

Studenti del Biennio Specialistico di Pittura e Scultura : Vincenzo De Sario, Luisa Lafiandra, Sapia Caterino, Sena Tomak, Feng Jia, Floriano Palmirotta, Aurora Avvantaggiato, Giovanni Panutsos, Ilaria Verone, Rossella Carone , Angela Lazazzera.

 

Accademia di Belle Arti di Bari

ex Convento Santa Chiara a Mola di Bari * Primo piano * Aula 28

Giovedì 22 Giugno 2017

Apertura dell'esposizione alle ore 14.00 * Chiusura alle ore 17.00

La visita dell'esposizione è consentita a due persone alla volta.

 

L’esposizione di fine corso di Computer Art per il Biennio è la messa in scena delle sperimentazioni effettuate durante il semestre di lezione. L’obiettivo del corso è stato la ricerca di collegamenti (verbindung) possibili tra l’attività di programmare uno “spazio cibernetico” e le esperienze artistiche degli studenti del Biennio specialistico in Pittura e Scultura. L’approccio formativo seguito dal prof. Antonio Rollo si è basato sul “disorientamento” introdotto dai processi creativi attivati dalla pratica dei linguaggi di programmazione. Come in un bosco, dove si è perso il sentiero, gli studenti sono stati stimolati a percorrere strade sconosciute e confrontarsi con la gestione dell’imprevisto. A cominciare dalle tecnologie che ogni studente ha acquistato per necessità (es. senza cellulare non si può vivere oppure senza il computer non puoi scrivere la tesi), è stata presa in esame la condizione della multimedialità - insita in ogni computer - per ripensare i sensi del virtuale in maniera tale da avviare i processi mentali necessari alla drammaturgia multimediale.

Dall’avvento dei social media (2001) ad oggi, le tecnologie digitali hanno ripercorso, tra le maglie della coscienza delle società industrializzate, lo stesso destino che si era compiuto per la televisione negli anni Novanta del secolo scorso. La televisione muta la sua funzione sociale da discreta educatrice a seducente meretrice. Ai nostri giorni, anche il computer (camuffato da mega televisore collegato a internet, macchina da scrivere ultra leggera o da telefono senza fili) ha raggiunto il punto di trasformazione del suo ruolo nella società diventando uno strumento necessario all’esistenza di governi, mercati, famiglie e individui. Nell’aula 28, per tutta la durata del corso, è stato allestito un laboratorio con sofisticate tecnologie della “rappresentazione cibernetica” come il laser, i sistemi di controllo delle luci di scena, piattaforme di multi-proiezione, applicazioni di videomapping ed una breve introduzione al sound design. In un contesto cibernetico, come quello delle tecnologie della comunicazione, ogni testo sa di essere letto, ogni immagine sa di essere vista e ogni suono sa di essere ascoltato, proprio come ogni interfaccia sa di essere agita. In questo passaggio cruciale dell’arte contemporanea - l’integrazione dell’estetica della forma con l’estetica del comportamento e dell'informazione - sicuramente, le arti cibernetiche sono l’isola più fertile di derive e approdi. Nasce da questi presupposti estetico-tecnologici l’idea per un prototipo di “spazio cibernetico” chiamato "Trovarsi nel Bosco” e organizzato in tre stanze a interazione progressiva tra l’opera e lo spettatore.

 

Per maggiori informazioni: www.0280.org/memeroom

 

Bando di Concorso a Premi

per la realizzazione di un’Opera di Videoarte dal titolo

“Theoreîn. Invisibili Evidenze”

parte integrante del Progetto Multidisciplinare

“Le vie dello sguardo. Invisibile accadere abbagliante rivelazione”.

 

Scarica il Bando

La Fondazione Nikolaos e l'Accademia di Belle Arti di Bari presentano Nikolart 2017.

Giunta alla sua seconda edizione barese – dopo il successo di una prima sperimentazione, lo scorso anno, a Bari e a Stettino (Polonia) - la manifestazione vedrà la splendida location di Spazio Murat, in Piazza del Ferrarese, opere esclusive realizzate dagli allievi dei dipartimenti di Arti Visive e di Progettazione e Arti Applicate dell’Accademia di Belle Arti. 

La mostra è stata presentata mercoledì 24 maggio alle 11 presso la Sala Giunta del Comune di Bari e sarà visitabile gratuitamente dal 31 maggio al 5 giugno secondo i seguenti orari: 
Lun-Ven: dalle 11.00 alle 21.00
Sabato: dalle 11.00 alle 22.30 
Domenica: dalle 11.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 22.30

Mercoledì 17 maggio, alle ore 10.30, una delegazione dell'Università Statale della Cinematografia S. Gerasimov di Mosca sarà ospite della Accademia di belle arti di Bari, nella sua sede di Mola, in occasione dell'inaugurazione della mostra 'Story Boards', con le opere realizzate da studenti pugliesi e russi.

Entrano nel vivo le attività previste dall'accordo siglato lo scorso dicembre tra l'Accademia delle Belle Arti di Bari, il Centro dei festival cinematografici e dei programmi internazionali di Mosca, e il Centro Economia e Sviluppo italo-russo (Cesvir).

L'evento rientra nel programma del Festival dell'arte russa in Italia, 'Giardino estivo delle arti', che si svolge a Bari e in altre città della Puglia dal 16 al 24 maggio.

Alla cerimonia di apertura dell'esposizione, interverranno il presidente e il direttore dell'Accademia di Belle Arti, Ennio Triggiani e Giuseppe Sylos Labini; il direttore generale del Cesvir, Rocky Malatesta; e il direttore del centro dei festival cinematografici e dei Programmi internazionali della Russia, Tatiana Shumova. A illustrare le opere saranno i docenti dell'Accademia di Belle Arti Rosanna Pucciarelli, Carlo Ferraro e Michele Maielli.

Per l'occasione, il professore Sergey Ivanov, dell'Università moscovita S. Gerasimov, terrà una masterclass per gli studenti.

Agli studenti partecipanti è riconosciuto 0.5 CFA

 

Espongono

Studenti russi: Dmitrij Osetrov, Ivan Liagin, Gennadij Epishin, Sergey Ivanov

 

Scarica la locandina in pdf

 

 

 

“Inverso lo infinito”. Luoghi, Nonluoghi e Scenari della Contemporaneità

Faccia a Faccia con il Libro d’Artista

Mostra Internazionale di Grafica d’Arte Sperimentale. Bari 31 Maggio – 20 Giugno 2017

 

“Inverso lo infinito”. Luoghi, Nonluoghi e Scenari della Contemporaneità – Faccia a Faccia con il Libro d’Artista, Mostra Internazionale di Grafica d’Arte Sperimentale, è un Progetto Multidisciplinare a cura della Scuola di Grafica d’Arte del Prof. Federico Martino, Coordinatore del Dipartimento di Grafica d’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Bari e della Cattedra di Anatomia Artistica/ Fenomenologia del Corpo della Prof.ssa Gabriella Larinà, Responsabile inoltre dell’Organizzazione dell’Evento.

La Mostra, che si terrà presso lo Spazio Espositivo “Artoteca Vallisa” – Bari, Strada Vallisa, 11 - dal 31 Maggio al 20 Giugno 2017, vede la partecipazione di Docenti e Studenti delle diverse Università e Facoltà di Belle Arti Nazionali e Internazionali, che a loro volta inviteranno un’Artista noto per l’attività specialistica nel Settore della Grafica d’Arte.

L’Evento prevede inoltre, un Seminario di Studio e di Ricerca Multidisciplinare, che avrà luogo a partire dalle ore 16,30 del giorno 1 Giugno 2017 presso la Sala Consiliare della Città Metropolitana di Bari (Ex Provincia) - Lungomare Nazario Sauro, 29 – a cura della Prof.ssa Gabriella Larinà, assieme ai Docenti Nazionali e Internazionali invitati all’Evento, che relazioneranno circa il rapporto tra i linguaggi della Grafica d’Arte e gli Scenari Artistico/ Socio-Culturali della Contemporaneità.

Contenuti e Finalità

Il Progetto si inserisce tra le attività di Ricerca, Sperimentazione e Produzione Artistica, secondo una dialettica che si attua in un gioco di faccia a faccia tra le pagine di un Libro d’Artista, concepito come un’architettura di elementi di tensione quale equivalente visivo di uno spazio dove scorrono, si intrecciano, si depositano e si imprimono le linee e i segni del destino dell’uomo e del mondo.

Ciò che si prefigge è quindi l’attenzione ai “Luoghi e ai Nonluoghi” di tutti e di nessuno, quei territori che abitiamo, dove veicolano e si insediano persone, macchine, metrò, negozi, fast-food, strade, ipermercati, centri commerciali, stazioni, cinema, mega strutture, stabilimenti industriali, deturpazioni paesaggistiche in una aggregazione di nodi, di reticoli, di deviazioni, di impianti, di schermi, insegne, luci colorate, scritte intermittenti, quale rappresentazione iconica dell’habitat moderno che diviene narrazione e documento dell’anonimo, della dispersione, dei flussi e degli influssi della serialità della presenza umana. Scenari, quindi, di una possibile Antropologia della Contemporaneità, non tanto rivolta ai comportamenti o ai Costumi, bensì a quelle dimensioni meno esplorate del nostro mondo, sebbene siano quelle che abitiamo maggiormente. Questa variabile rappresentazione che gli uomini chiamano “territorio”, questa mappa dei luoghi diviene emblema visibile di un mondo invisibile fatto di soggettività, che appare solo per piccoli eventi, per mosse e scarti quasi irrilevanti, generando “una solitudine senza isolamento” dell’esistenza umana che determina estraniazione e “svuotamento della coscienza”.

Il Libro d’Artista diviene allora il luogo intimo della relazione e dell’interazione fra soggetto e oggetto, identificandosi con il campo dove il racconto del proprio spazio e la riflessione sul senso della vita, è possibile. Vero e proprio “tesoro di carta”, esso è scenario-narrazione brulicante di inconscio, di memoria e di vissuto, traccia visibile di un’autentica geologia interiore dove tutto scorre “inverso lo infinito”.

 

Partecipazioni

FACCIA A FACCIA CON…gli Artisti Docenti:

Italia

Accademia di Belle Arti di Bari - Dipartimento di Arti Visive

Scuola di Grafica d’Arte – Prof. Federico Martino

Cattedra di Anatomia Artistica/ Fenomenologia del Corpo – Prof.ssa Gabriella Larinà

in collaborazione con il Corso di Tecniche dell’Incisione Calcografica Sperimentale – Prof. Giuseppe Carlucci.

Artista Invitato: Prof. Giuseppe Sylos Labini - Direttore Accademia di Belle Arti di Bari

Accademia di Belle Arti di Catania – Dipartimento di Arti Visive

Scuola di Grafica d’Arte – Prof. Liborio Curione

Artista Invitato: Prof. Yasuyuki Ueda

Spagna

Universitat Politecnica de Valencia - Departamento de Dibujo

Scuola di Grafica d’Arte – Master “Opera Grafica e Spazio Pubblico” – Prof. Dolores Pascual Buye

Artista Invitato: Prof. Josè Manuel Guillen

Argentina

Universidad Nacional de Tucumán 

Scuola di “Practica de Taller II” – Area Grabado della Facoltà delle Arti – Prof. Roberto Koch

Artista Invitato: Prof.ssa Celeste Saavedra

 

Egitto

MiniaUniversity – Faculty of Fine Arts di Minya 

Scuola di Grafica d’Arte – Prof. Abd Elsalam Salem

Artista Invitato: Prof. Ashraf Abbas Elhady

Marocco

Institut National des Beaux- Arts de Tétouan 

Istituto di Grafica d’Arte – Prof.ssa Rahima El Arroud

 

 


FACCIA A FACCIA CON…gli Artisti Studenti:

Italia – Bari 

Alessandra Afruni, Aurora Avvantaggiato, Giovanni Cinquepalmi, Maria Cortese, Cristian Lenti Stefania Lopriore, Donato Pinto, Paolo Pizzuto, Mariateresa Quercia, Maria Angela Tripaldi.

Cultori della Materia: Francesco Paolo Cosola, Veronica Liuzzi, Chiara Loiudice, Giuseppe Magrone, Antonella Spadavecchia.

Italia – Catania

Floriana Bonanno, Roberta Grasso, Carmen Rita Gullotto, Giulia Grillo, Claudia Leontini, Arianna Andrea Nitro, Dalila Ottaviano, Giovanna Ruggieri, Rossella Samperi, Clara Tumino.

Cultori della Materia: Michele Giuffrida, Massimiliano Marzo.

 

Spagna – Valencia

Laura Delgado, Andrea Familiar, Enrique Ferrer, Gemma Garcia, Ruben Gonzalez, Annieszka Marcelak, Rocio Montaňés.

 

Argentina – Tucumán

Guillermina Araoz, Maria Onelia Pereyra Diosquez, Maria Laura Restivo.

Egitto – Minia

Azza Elsayed Mohamed, Mona Ahmed Mahmoud, Mona Ayman Meflah,  Walaa Hasny Abd Elghany, Mohamed Abdallah Oteia, Aya Mohamed Hosny, Yasmine Gamal Mohamed, Islam Mohamed Ahmed,  Mostafa Taha Mohamed, Mohmoud Hosni Abdelhamed.

 

Marocco - Tétouan 

 

Omayma El Guerssifi, Farah Harmouche, Amal Tali, Khadija El Abyad, Kamal Saki, Aissa Aouf, Mounia Bouchra. 

 


Giornata di Studio e di Ricerca Multidisciplinare

Giovedì 1 Giugno 2017, h. 16,30

Sala Consiliare della Città Metropolitana di Bari

Lungomare Nazario Sauro 29

 


Programma

Saluti Istituzionali:

  • Prof. Ennio Triggiani, Presidente dell’Accademia di Belle Arti di Bari
  • Prof. Giuseppe Sylos Labini, Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Bari
  • Prof. Virgilio Piccari, Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Catania

 

Interventi

  • Prof.ssa Gabriella Larinà, Docente alla Cattedra di Anatomia Artistica/ Fenomenologia del Corpo – Accademia di Belle Arti di Bari

Titolo intervento: “inverso lo infinito”. Co-presenza e co-esistenza nello spaziotempo del mondo.

 

  • Prof. Federico Martino, Docente della Scuola di Grafica d’Arte, Coordinatore del Dipartimento di Grafica d’Arte – Accademia di Belle Arti di Bari

Titolo intervento: “Tesori di carta”. Faccia a Faccia con il Libro d’Artista.

 

  • Prof.ssa Dolores Pascual Buye, Docente del Master “Opera Grafica e Spazio Pubblico” produzione artistica UPV, Universitat Politecnica de Valencia.

Titolo Intervento: “El Libro de Artista y la Grafica Urbana”.

 

  • Prof. Liborio Curione, Docente della Scuola di Grafica d’Arte, Coordinatore del Dipartimento di Grafica d’Arte – Accademia di Belle Arti di Catania

Titolo intervento: “Professione Incisore”. Libro/ Opera d’Arte.

 

 

Dibattito.


INAUGURAZIONE: MERCOLEDI’ 31 MAGGIO 2017, ORE 18,30 

                                  Artoteca Vallisa 

                                  Strada Vallisa, 11 Bari

 

 

Info:

Accademia di Belle Arti di Bari, Via Re David 189/c 70124, Bari

Responsabile Organizzazione Evento: Prof. Gabriella Larinà /e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pagina Facebook: Inverso lo infinito. Luoghi Nonluoghi e Scenari della Contemporaneità/ @inversoloinfinito

Artoteca Vallisa Orario di apertura: dal Lunedì al Sabato h. 10,00 · 12,00 / 17,30 · 20,30

 

 

L'opera è costituita di sessanta sedie che compongono la sagoma del Mar Mediterraneo, ogni sedia riporta un pezzo della mappa disegnata, li dove il mare incontra la terra. L'opera è un dispositivo attivo di Love Difference — Movimento Artistico per una Politica InterMediterranea, progetto di cambiamento sociale attraverso l'arte e la cultura. Le sedie rappresentano il Mare, culla delle differenze. Raccontano di incontri di civiltà e invitano ad amare le differenze nel rispetto delle diverse culture. 

Le sedie diventano confine tra terra e mare, una linea le divide a metà. 

Questa nuova versione dell'opera "Mar Mediterraneo - Sedie Love Difference" per la BJCEM 2017 è stata realizzata dagli studenti dell'Accademia di Belle Arti di Bari, sotto la supervisione del prof. Antonio De Carlo: Barone Giulia, Brio Roberta, Capozzo Stefano, Danushi Anxhela, De Francesco Anna, Doronzo Maria Vittoria, Giancane Silvia, Maggi Marta, Mangini Cristina, Medico Francesco, Niso Anna, Palumbo Grazia, Poliseno Nicola Antonio, Ricatto Viviana, Sarcinelli Filippo Antonio, Semeraro Serena, Sette Lucia, Marzullo Chiara, Riccardi Letizia, Giovinazzi Angelica, Ge Yi, Zhao Xuan, Wu Shi Ping, Marinelli Giuseppe, Colonna Mariaelena.

 

Clicca qui per vedere il diario fotografico della realizzazione dell'opera  

Divieto di affissione

mostra d’arte pubblicitaria, a cura dell’Accademia di Belle Arti di Bari e con il patrocinio del Comune di Monopoli 

Monopoli 10 feb. - 26 feb. 2017 – Vernice 10 febbraio 2017 ore 18.30 

 

Partendo dalle opere pubblicitarie realizzate dagli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Bari nel corso di Storia dell’illustrazione e della pubblicità dell’A.A. 2015/2016 è stato realizzato, all’interno degli spazi del Castello Carlo V di Monopoli, un precorso espositivo, anche con materiale di repertorio, per ripercorrere le tracce del Cartellonismo ovvero di una delle arti figurative più significative del ‘900. 

Esporranno: 
Morena Aloisio - Alice Filomeno - Mauro De Candia - Cristian Lenti - Annamaria Brunetti - Luca Valente  -Alessandra Milella - Nicla Fortunato - Nicola Palmieri - Nadia Panarella -Vito Antonio Difonzo - Christian Perdicchia -Valeria Cisternino -Vanessa De Pasquale - Melania Pellegrino - Aguìn - Paolo De Cuarto - Giuseppe Sylos Labini - Antonio Cicchelli

PRIMO LEVI E IL SISTEMA PERIODICO

Giornata della Memoria 2017

 

Si inaugura venerdì 27 gennaio alle ore 18:30 presso il Museo Civico Bari la mostra “Primo Levi e il Sistema Periodico”, che darà avvio alle celebrazioni del Comune di Bari dedicate alla Giornata della Memoria 2017, alla presenza dell’Assessore alle Culture del Comune di Bari Silvio Maselli e dei rappresentanti dell’ANSI Bari e provincia (Associazione Nazionale Scuola Italiana), dell’Accademia di Belle Arti di Bari e del CNR Istituto per i Processi Chimico-Fisici, dipartimento di Chimica, promotori insieme al Comune di Bari di tutta l’iniziativa. A seguire la Compagnia teatrale Tavole Magiche si esibirà nel recital “Questo è stato…” incentrato sulle tematiche della Shoah e più in generale sulle persecuzioni naziste con la lettura scenica di brani teatrali e poesie di vari autori con accompagnamento musicale e proiezioni di immagini. Voci recitanti: Franco Minervini, Elena Cascella, Marco Cusani, Roberto Ranieri; al violino Grazia Castagna; selezione testi e regia Franco Minervini. L’inaugurazione è a ingresso libero e gratuito.

 

Giovedì 1 Dicembre - h. 18,00 - Foyer del Teatro Petruzzelli - Bari

 

Attachments:
Download this file (Invito web.pdf)Invito web.pdf[ ]1047 kB

Il festival di musica contemporanea "Urticanti" con la direzione artistica di Raffaella Ronchi e Fiorella Sassanelli, giunto alla sua dodicesima edizione, promuove la musica ma anche l'arte contemporanea. I sette appuntamenti previsti dal 20 novembre al 6 dicembre 2016 presso  anchecinema Royal e teatro kismet saranno corredati da esposizioni artistiche e nelle serate del 2 e 3 dicembre al teatro Kismet Opera, contestualmente ai concerti previsti "La Francia di Erik Satie e Jules Massenet" a 150 anni dalla nascita (2 dicembre) e "Riscritture"(tactus) (3 dicembre) l'Accademia di Belle Arti di Bari terrà una esposizione che prevede una installazione dal titolo "Pausa" di Patrizia D'Orazio e inoltre disegni degli studenti e professori dell'Istituzione:  Giulia Barone, Domenico Cancellara, Liliana Capozzo, Patrizia D'Orazio, Dino Lorusso, Luisa Maggiorano, Magda Milano, Sara Mininni, Eva Novielli, Pippo Patruno, Antonella Spadavecchia, Giuseppe Sylos Labini, Pierfederica Verdegiglio, Raffaele Vitto.

Teatro kismet Opera Bari  2 dicembre - 20,45 e 3 dicembre - 20,00

infotel: 338 318 43 57

 

 

 

Attachments:
Download this file (dorazio_2016.jpg)dorazio_2016.jpg[ ]193 kB
Download this file (dorazio_2016_2.jpg)dorazio_2016_2.jpg[ ]61 kB
Download this file (programma_urticanti.jpg)programma_urticanti.jpg[ ]767 kB

Scuola di Pittura

Accademia di Belle Arti di Bari

Sede di Mola. Ex Convento di Santa Chiara 

Via Cesare Battisti, 22

Venerdi 25 e Sabato 26 Novembre 2016 

ore 9:30/22:00

 

Venerdi 25 e Sabato 26 Novembre nell’ex convento di Santa Chiara a Mola di Bari, sede distaccata dell’Accademia di Belle Arti, a partire dalle ore 9.30 e per tutto il giorno, si parlerà di Pittura. Due giorni di conversazioni, esposizioni e performances con alcuni tra i protagonisti dell’arte contemporanea - Demetrio Paparoni, Nicola Maria Martino, Domenico Bianchi, Enzo De Leonibus, Lucia Spadano, Alberto Dambruoso, Paolo Atzori - e operatori culturali che lavorano sul territorio, come Giuseppe Pinto, Paolo Modugno, Roberta Mansueto, Valeria Raho, Gaetano Mongelli, Gaetano Lofrano, Vittorino Curci, invitati a dialogare con i docenti della Scuola di Pittura.

Dopo tanto parlare di “fine della pittura” la pittura ritorna, e ci sfida a guardarla fuori dagli schemi che ne avevano fatto una lingua morta, fuori dai luoghi deputati dove eravamo abituati a vederla, lasciando che sia il nostro sguardo ad effonderla nello spazio-tempo che abita in noi e fuori di noi. 

Da questa e da molte altre ragioni, discende la necessità di un evento che mette a tema “la pittura, ovunque”. Voluto dal direttore Giuseppe Sylos Labini e dalla Scuola di Pittura guidata da Fabio Bonanni e Magda Milano, Ugo Molgani e Luigi Mastromauro, risponde a una preoccupazione di natura eminentemente interrogativa sul senso del fare nell’ambito di un’Accademia di Belle Arti. Perciò, alla domanda su come sia possibile allargare la visione sempre parziale del nostro occhio e dispiegare infinite varianti del reale attraverso gli strumenti della pittura e non solo, si proverà a rispondere in un dialogo a più voci, per documentare, in un tempo di dispersione e distruzione della memoria, le segrete speranze che stanno al fondo di ogni esperienza individuale. 

Intendendo l’arte come metodo di conoscenza di ogni dimensione dell’esistenza, è possibile recuperare dal naufragio dell’attenzione uno spiraglio verso l’inimmaginabile e tentare di rifondare ogni ipotesi educativa sottraendoci all’abituale distrazione che assedia il nostro quotidiano esistere.

 

 

Programma 

Venerdì 25 Novembre

 

9:30 

Saluto del direttore 

Giuseppe Sylos Labini

 

10:00 - 12:00

Il diavolo e l’acqua santa

Giancarlo Chielli e Graziano Menolascina conversano con Demetrio Paparoni

 

12:15 - 14:00

Poesia Visiva “in viaggio”

Fabio Bonanni e Ugo Molgani conversano con Enzo De Leonibus

 

pausa pranzo

 

15:00 - 16:30

Produzione artistica e mercato dell’arte

Magda Milano conversa con Lucia Spadano 

 

16:30

Site specific

Visita alla chiesetta di San Giacomo e presentazione della video installazione

di Francesca Arpino, Natalija Dimitrijevic, Lorenzo Galluppo e Pierfederica Verdegiglio

 

17:00- 18.00 

Progetto San Giacomo

Carlo Ferraro e Gabriella Pinto conversano con Vito F. Labate, Antonio Spica

 

17:00 – 18:00

SPEED DATE. Incontro con gli studenti

Pippo Patruno conversa con Giuseppe Pinto e Paolo Modugno (Like A Little Disaster),

Roberta Mansueto (TILE Project),  Valeria Raho (Fixer)  

 

18:00 - 19:00

La Fabbrica dell’Arte

Giuseppe Sylos Labini e Carlo Fusca conversano con Gaetano Mongelli

 

19:00

Vernissage. Tra evidenza e imprevisto

Mostra dei cultori e dei giovani artisti della Scuola di Pittura

a cura di Maria Angelastri e Giancarlo Chielli

 

 

 

Sabato 26 Novembre

 

10:00 - 12:00

La resistenza della pittura

Giuseppe Sylos Labini presenta la

Lectio magistralis di Nicola Maria Martino 

 

12:15 - 14:00

I martedì Critici : la parola all’arte

Fabio Bonanni e Magda Milano conversano con Alberto Dambruoso

 

pausa pranzo

 

15:00 - 17:00

Senza Titolo

Graziano Menolascina conversa con Domenico Bianchi

 

17:00 - 18:00

Progetto Arte Pollino

Luigi Mastromauro conversa con Gaetano Lofrano

 

18:00 - 19:30

Arte e poesia visiva

Giancarlo Chielli conversa con Vittorino Curci

 

17:00 - 18:30

Note di Cyberestetica

Antonio Rollo conversa con Paolo Atzori

 

19:30

Performances di musica sperimentale

Noci Saxophone Pool - Vittorino Curci, Gianni Console, Francesco Massaro

Special Guest Filippo Monico

 

21:30

Happy Steamdead Mr King

Spettacolo teatrale con Antonio MInelli

 

 

Per l’occasione è stata organizzata una mostra dei cultori e dei giovani artisti della Scuola di Pittura, dal titolo ”Tra evidenza e imprevisto”, curata da Maria Angelastri e Giancarlo Chielli. La mostra inaugura Venerdì 25 Novembre alle ore 19.

 

Segreteria organizzativa

prof. Magda Milano, 347 8086575

 

www.accademiabari.it

Il giorno 13 ottobre 2016 alle h. 17 presso il salone degli affreschi al I piano del palazzo dell’Ateneo in piazza Umberto a Bari si terrà la conferenza stampa di presentazione della mostra Il segno della passione/El signo de la pasión, Disegni contemporanei di Spagna e Italia a confronto, a cura di Patrizia D’Orazio, Magda Milano, Giusy Petruzzelli, Ricardo Horcajada.

La mostra si inaugurerà il 14 ottobre 2016 h. 18,00 nella sede di Mola di Bari dell’Accademia di Belle Arti di Bari in via Cesare Battisti 22. È la seconda tappa della mostra che ha avuto una prima esposizione alla facoltà di Belle Arti dell’Università Complutense di Madrid dal 7 al 21 settembre scorso.

In occasione della conferenza stampa si esibirà il CORO DICUNT, diretto dal Mº Leonardi Grittani, su brani di Javier Bustos, Francisco Vila e Miguel Matamoros. Leonardo Grittani (flauto) e Maurizio Zaccaria (pianoforte) eseguiranno musiche di G A. Casella e M. Ravel. L’organizzazione a cura di Dicunt, Associazione Internazionale di Lingua, Cultura e Ricerca di Bari, che dedica particolare attenzione alla diffusione della cultura spagnola a Bari e in Italia.

Nella mostra sono esposti i disegni dei professori, dei cultori della materia e degli studenti della facoltà di Belle Arti dell’Università Complutense di Madrid e del Dipartimento Arti Visive dell’Accademia di Belle Arti di Bari, cultori e studenti selezionati da una commissione formata dal direttore dell’Accademia prof. Giuseppe Sylos Labini e dai professori Patrizia D’Orazio, Magda Milano, Giusy Petruzzelli, Giuseppe Patruno, Ricardo Horcajada.

L’iniziativa si svolge all’interno del programma europeo Erasmus+, per lo sviluppo delle relazioni fra i Paesi dell’Unione Europea.

Gli artisti della mostra:

Per la Facoltà di Belle Arti di Madrid: professori participanti JOSÉ MARÍA BULLÓN, FRANCISCO TORREGO GRAÑA; alunni selezionati IRENE FIGUEROA  GALLEGO, NORA TEPLAN, LOURDES GACÍA DÍAZ, JORGE TORRELLAS ALONSO, KEVIN LOBATO MORALES, LIN CALLE CORRAL, MIGUEL SAINZ OJEDA, ADRIÁN SÁNCHEZ ENCABO, FRAN SOMOZA RODRÍGUEZ, JAVIER GIL MUÑÍZ, MARÍA DE LA HAZA ARGÜELLES, MARTA LABAD ARIAS. 

Per Accademia di Belle Arti di Bari: professori partecipanti FABIO BONANNI, PATRIZIA D’ORAZIO, ANTONIO CICCHELLI, MAGDA MILANO, MAURO MEZZINA, UGO MOLGANI, GIUSEPPE NEGRO, PIPPO PATRUNO, CARLO SIMONE, IOLANDA SPAGNO, GIUSEPPE SYLOS LABINI, TARSHITO; cultori della materia selezionati: GIULIA BARONE, GIUSY LONGO, DINO LORUSSO, DIANA PRISCILLA SBLANO, ANTONELLA SPADAVECCHIA; alunni selezionati DANIELA ADDANTE, DOMENICO CANCELLARA, LILIANA CAPOZZO, LISA CUTRINO, LORENZO GALUPPO, ROSANNA CARMEN LATORRATA, ANGELA LAZAZZERA, GIUSEPPE MARINELLI, VINCENZA MASCOLO, SARA MININNI, PAOLO NOTARISTEFANO, EVA NOVIELLI, GRAZIA PALUMBO, ANTONELLA PELLINO, LETIZIA RICCARDI, SONIA SCIANDIVASCI, PIERFEDERICA VERDEGIGLIO, RAFFAELE VITTO.

Il titolo della mostra fa riferimento all’indole appassionata dei popoli spagnolo e italiano, che si manifesta anche nel disegno. La scelta di questa tecnica per i lavori è stata operata perché s’intende focalizzare l’attenzione sull’importanza che il disegno ancora possiede nella cultura artistica attuale, mostrando l’evoluzione che esso fa registrare nel Contemporaneo, rispetto al disegno accademico.

La mostra si avvale dei patrocini del Comune di Bari, della facoltà di Belle Arti dell’Università Complutense di Madrid, dell’Accademia di Belle Arti di Bari, dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, della Biblioteca Musical Victor Espinós di Madrid, dell’Associazione Dicunt di Bari, l’Associazione Pugliesi in Spagna.

La mostra si potrà visitare nella sede di Mola di Bari dell’Accademia di Belle Arti di Bari in via Cesare Battisti 22, fino al 28 ottobre 2016, dal lunedì al giovedì dalle h. 9 alle h 18. 

 

Infotel. 3358148057 e 0804733703.

 

Il giorno 6 settembre 2016 alle h. 18,30 presso la Biblioteca Musical Victor Espinós C/ Conde Duque 9-11 a Madrid si terrà la conferenza stampa di presentazione della mostra Il segno della passione/El signo de la pasión, Disegni contemporanei di Spagna e Italia a confronto, a cura di Patrizia D’Orazio, Magda Milano, Giusy Petruzzelli, Ricardo Horcajada.

La mostra si inaugurerà il 7 settembre 2016 h. 18,30 nella sala mostre della facoltà di Belle Arti dell’Università Complutense in Calle Pintor el Greco, 2 a Madrid.

In occasione della conferenza stampa si terrà un recital per flauto e pianoforte con Leonardo Grittani e Maurizio Zaccaria; in programma musiche di G. Donizetti, J. Ibert, A. Casella, O. Acosta, C. Fizzarotti, M. Ravel, J.Turina, F. Borne, a cura di Dicunt, associazione internazionale di lingua, cultura  e ricerca di Bari, che dedica particolare attenzione alla diffusione della cultura spagnola a Bari e in Italia.

Nella mostra sono esposti i disegni dei professori, dei cultori della materia e degli studenti della facoltà di Belle Arti dell’Università Complutense di Madrid e del Dipartimento Arti Visive dell’Accademia di Belle Arti di Bari. L’iniziativa si svolge all’interno del programma europeo Erasmus+, per lo sviluppo delle relazioni fra i Paesi dell’Unione Europea.

Los artistas de la exposición

 

Facultad de Bellas Artes, UCM, Madrid: profesores participantes JOSÉ MARÍA BULLÓN, FRANCISCO TORREGO GRAÑA; alumnos seleccionados IRENE FIGUEROA  GALLEGO, NORA TEPLAN, LOURDES GACÍA DÍAZ, JORGE TORRELLAS ALONSO, KEVIN LOBATO MORALES, LIN CALLE CORRAL, MIGUEL SAINZ OJEDA, ADRIÁN SÁNCHEZ ENCABO, FRAN SOMOZA RODRÍGUEZ, JAVIER GIL MUÑÍZ, MARÍA DE LA HAZA ARGÜELLES, MARTA LABAD ARIAS. 

Accademia di Belle Arti di Bari: profesores participantes FABIO BONANNI, PATRIZIA D’ORAZIO, ANTONIO CICCHELLI, MAGDA MILANO, MAURO MEZZINA, UGO MOLGANI, GIUSEPPE NEGRO, PIPPO PATRUNO, CARLO SIMONE, IOLANDA SPAGNO, GIUSEPPE SYLOS LABINI, TARSHITO; asistentes seleccionados: GIULIA BARONE, GIUSY LONGO, DINO LORUSSO, DIANA PRISCILLA SBLANO, ANTONELLA SPADAVECCHIA; alumnos seleccionados DANIELA ADDANTE, DOMENICO CANCELLARA, LILIANA CAPOZZO, LISA CUTRINO, LORENZO GALUPPO, ROSANNA CARMEN LATORRATA, ANGELA LAZAZZERA, GIUSEPPE MARINELLI, VINCENZA MASCOLO, SARA MININNI, PAOLO NOTARISTEFANO, EVA NOVIELLI, GRAZIA PALUMBO, ANTONELLA PELLINO, LETIZIA RICCARDI, SONIA SCIANDIVASCI, PIERFEDERICA VERDEGIGLIO, RAFFAELE VITTO.

Il titolo della mostra fa riferimento all’indole appassionata dei popoli spagnolo e italiano, che si manifesta anche nel disegno. La scelta di questa tecnica per i lavori è stata operata perché s’intende focalizzare l’attenzione sull’importanza che il disegno ancora possiede nella cultura artistica attuale, mostrando l’evoluzione che esso fa registrare nel Contemporaneo, rispetto al disegno accademico.

Dopo Madrid la mostra farà tappa a Bari nella Galleria dell’Accademia di Belle Arti di Bari in via Cesare Battisti, 22 in Mola di Bari dal 14 al 28 ottobre.

La mostra si avvale dei patrocini del Comune di Bari, della facoltà di Belle Arti dell’Università Complutense di Madrid, dell’Accademia di Belle Arti di Bari, dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, della Biblioteca Musical Victor Espinós di Madrid, dell’Associazione Dicunt di Bari.

La mostra si potrà visitare fino al 21 settembre 2016 negli orari di apertura al pubblico della facoltà di Belle Arti. Infotel. +34 91 394 36 57.

 

Per maggiori informazioni sul recital si può contattare la dr.ssa Maria Antonella Sardelli: +34 653 404137.

Attachments:
Download this file (Locandina.pdf)Locandina.pdf[ ]1190 kB

Invito alla Presentazione del Catalogo

Le immagini tra le parole e le cose

anima e meccanica di un processo creativo

Prof. ssa Gabriella LARINÀ

Cattedra di Anatomia Artistica / Fenomenologia del Corpo

Accademia di Belle Arti Bari

Venerdì 8 Luglio, 2016 ore 10.00 Biblioteca

 

El signo de la pasión – Il segno della passione
Disegni contemporanei di Spagna e Italia a confronto

In omaggio alla comune origine latina di Spagna e Italia, si organizza un mostra dei disegni dei professori e degli studenti della facoltà di Belle Arti dell’Università Complutense di Madrid e del Dipartimento Arti Visive dell’Accademia di Belle Arti di Bari. L’iniziativa si svolge all’interno del programma europeo Erasmus+, per lo sviluppo delle relazioni fra i Paesi dell’Unione Europea.
La particolare grafia del titolo dipende dal fatto che la parola italiana “passione” in spagnolo si traduce con “pasion”. I disegni mostreranno l’indole appassionata dei due popoli, che con il disegno si può manifestare.
Perché, fra le varie tecniche si sceglie il disegno per questa mostra? Perché s’intende focalizzare l’attenzione sull’importanza che il disegno ancora possiede nella cultura artistica attuale, mostrando l’evoluzione che esso fa registrare nel Contemporaneo, rispetto al disegno classico della tradizione accademica.
La mostra dei disegni si svolgerà dal 7 al 21 settembre 2016 in Madrid, presso la sala mostre della facoltà di Belle Arti dell’Università Complutense e dal 14 al 28 ottobre 2016 presso la Galleria dell’Accademia di Belle Arti di Bari in Mola di Bari.
I docenti potranno aderire con propri disegni; gli studenti potranno aderire all’iniziativa con disegni prodotti all’interno del lavoro di cattedra (di Pittura, Scultura, Decorazione, Grafica d’arte) e dei corsi di Disegno per le varie Scuole del Dipartimento di Arti Visive.
Una commissione in Italia e una commissione in Spagna al termine delle lezioni di questo anno accademico selezionerà i lavori realizzati dagli studenti.


I lavori devono essere consegnati entro il 15 giugno 2016 ai professori referenti (*).


Criteri tecnici di produzione dei disegni: foglio di carta tipo “Fabriano” cm 50x70, con libera scelta tecnica per realizzare il disegno (preferendo penna, inchiostro, matita, carboncino, sanguigna, matite colorate, pastelli).
(*) Referenti per l’Accademia di Belle Arti di Bari: Professori Giuseppina Petruzzelli (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.), Magda Milano (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) Carmela Patrizia D’Orazio (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.), a cui potranno essere richieste tutte le informazioni e consegnati i lavori.

L’Accademia di Belle Arti di Bari presenterà all’interno dello Spazio Murat una mostra d’arte che vedrà coinvolte le seguenti discipline: scultura, pittura, decorazione, grafica, scenografia, fotografia, illustrazione e costume. Inoltre, in anteprima assoluta a Bari, ci sarà un’installazione cubica all’interno della quale verrà proiettata ininterrottamente la tecnica dell’ologramma, con un sistema di controllo ottico a distanza mediante un nuovo software brevettato dall’Accademia.

Inaugurazione martedì 24 maggio 2016, ore 12,00

 

 

Attachments:
Download this file (Nikolart_calendario_eventi.pdf)Nikolart_calendario_eventi.pdf[ ]1213 kB
Download this file (Poster_Nikolart.pdf)Poster_Nikolart.pdf[ ]1409 kB

 

Nero come l’ebano. Il mondo delle forme tra materia e tecnica

Mostra di grafica d’Arte Sperimentale. 07-28 Maggio, 2016.

Pinacoteca Comunale di Arte Contemporanea di Ruvo di Puglia (BA) a cura della Scuola di Grafica d’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Bari del Prof. Federico Martino, in collaborazione con il corso di Tecniche Calcografiche Sperimentali del Prof. Giuseppe Carlucci e con il contributo di Ricerca Scientifico/ Artistico Multimediale/ Sperimentale della Cattedra di Anatomia Artistica, Corso di Fenomenologia del Corpo della Prof.ssa Gabriella Larinà. 

La mostra vede il gemellaggio con la Scuola di Grafica d’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Catania del Prof. Liborio Curione e dei suoi collaboratori Salvo Ligama e Giuseppe Stissi con cui si è condiviso di recente una Mostra a carattere Internazionale, di grande respiro Artistico - Culturale.

L’evento intende proporre spunti di riflessione sull’”Essere” della Grafica d’Arte nelle forme Contemporanee Sperimentali, quale momento dinamico del Fare Artistico in grado di ampliare l’orizzonte delle possibilità conoscitive, attraverso il supporto di Tecnologie innovative mirate alla ricerca e alla sperimentazione.

Saranno esposte 50 opere realizzate da Studenti e Docenti delle rispettive Scuole di Grafica d’Arte che hanno interpretato la tematica della Mostra attraverso le modulazioni segniche, formali e materiche delle Tecniche Incisorie, amplificando le consapevolezze espressive nell’invenzione e nella libertà creatrice di nuove forme.

Il contributo di Ricerca Sperimentale/Multimediale a cura della Cattedra di Anatomia Artistica - Corso di Fenomenologia del Corpo - della Prof.ssa Gabriella Larinà, previsto per il g. 11 Maggio, sarà invece fatto confluire nel contesto dell’Evento  “NikolArt. Luce e Materia, Tradizione e Innovazione” (24-30 Maggio Sala Murat, Bari), tra i Laboratori dell’Accademia di Belle Arti di Bari.  

L’intervento dal titolo: “Arte come genesi. L’accadere simultaneo di una pluridimensionalità” che prevede inoltre la proiezione del video “Barà. L’Arte è nel Principio”, si terrà quindi giorno 26 Maggio, 2016 alle h.19,00 nella stessa sede.

 

La serata inaugurale della Mostra avrà luogo Sabato 7 Maggio alle h.18,00. 

E’ previsto l’intervento musicale del Cantautore Davide Mangione che presenterà il suo ultimo Album “La Ruota panoramica”, accompagnato dai musicisti: Domenico Passidomo (Violino) e Adriano Segreto (Piano).

 

Contenuti e finalità.

La tematica di Ricerca suggerisce un’ulteriore possibilità di riflessione sul connubio tra la Materia dell’Arte e la Materia della Natura, unite tra loro da una rigorosa convenienza formale. Il mondo delle forme è Materia viva in continua trasformazione, è processo germinativo, movimento dell’esistenza in costante divenire che porta sempre alla luce la sua forma infinita. 

Il lavoro segreto della Natura, posto nel cuore dell’invenzione umana, sotto la spinta di un impulso interiore estrae la sostanza vitale da cui trae origine ogni energia che si sviluppa e si rinnova. Le forme della Materia, nel processo creativo dell’Artista e sotto il controllo della Tecnica, costituiscono un processo di estrema vitalità, capace di far rivivere le forme, permettendo il costituirsi di un mondo in profondità.

 

Segui l'evento su Facebook

Attachments:
Download this file (LOCANDINA UFFICIALE.jpg)LOCANDINA UFFICIALE.jpg[ ]279 kB

Semeia - Mostra di Incisioni

19 Marzo - 10 Aprile 2016
Castello Carlo V, Centro Storico, Monopoli (BA)

a cura della 1a Catt di Grafica d’arte dell’Accademia di Belle Arti di Bari
con il patrocinio del Comune di Monopoli Assessorato alla Cultura.

In collaborazione con Giardino Botanico "Lama degli Ulivi"


Inaugurazione : Sabato 19 Marzo 2016 dalle ore 18.00 alle ore 21.30
Orari:
Marzo: 10 - 12 / 17 - 20
Aprile: 10 - 12 / 18 - 21

Info e contatti 333.66.51.435 - 380.36.88.985 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sabato 19 Marzo alle ore 18 presso il Castello Carlo V si inaugura la mostra di incisioni “Semeia”

La mostra propone, attraverso l’esposizione di oltre 40 opere, nuovi dialoghi tra riflessione e critica, delle ricerche degli studenti di una delle due cattedre di Grafica d’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Bari.
Con loro espongono allievi dell’Accademia di Belle Arti di Roma e i maestri V. Cotugno e A. Pagliarulo. Vengono messi a confronto giovani artisti che, pur nella varietà e diversità, sono accomunati dalla ricerca, tesi a guardare al futuro per meglio conservare la tradizione nell’innovazione. Questi artisti del segno ripercorrono tecniche e linguaggi del passato con nuovo e vivo interesse, sollecitati da una importante energia di sperimentazione e gusto della contaminazione che consente che le linee, le ombre, le macchie, i neri, i grigi, i bianchi, gli inchiostri, i tempi di morsura, i solchi, i segni di ognuna di queste incisioni, sia segnale vivo di una rinnovata visione dell’opera grafica. Il percorso espositivo ci restituisce così il fascino della manualità e il tempo della riflessione che si rivela attento alle spinte del linguaggio contemporaneo. Repertori diversi che sottolineano la costante ricerca della forza dell’immagine attraverso il disegno, base sostanziale e imprescindibile della creatività figurativa.

Espongono i Maestri: Vito Cotugno, Angelo Pagliarulo.
I Cultori della materia: Valentina Bianco, Mariangela Cassano, Gianni De Serio, Maurizio Muolo.
Gli allievi: Cosima Acquaviva, Mauro Altamura, Cosimo Argentiero, Federica Bevilacqua, Valerio Bevilacqua, Mauro De Candia, Antonio Giovane, Lucia Lacirignola, Pasquale Magarelli, Michela Palmieri, Maria Zvaric, Teresa Benedetta Caroleo, Luis Alberto Cutrone, Cristina Piciacchia, Izumi Toyoda, Li Ke.

Cura organizzativa:
Proff. Vito Cotugno, Angelo Pagliarulo
Cultori della materia Mariangela Cassano, Gianni De Serio, Maurizio Muolo

Testo critico: Giustina Coda